1

Attività portuale

Le operazioni portuali (scarico, trasbordo, deposito e movimento della materia prima rappresentata principalmente da cippato necessario per la propria attività produttiva) rappresentano una fase importante della pianificazione e programmazione delle attività di ISIA GLOBAL SERVICE in quanto, se da un lato coincide con l’orizzonte temporale in cui saranno completati gli interventi previsti nell’area Portuale, dall’altro segna una fase di passaggio verso la definizione di un nuovo sviluppo commerciale per il porto di Crotone.

Gli eventi del prossimo anno, e in particolare le evoluzioni che si verificheranno, saranno destinati ad influenzare le performance dell’industria marittimo portuale, secondo dinamiche che oggi si caratterizzano ancora per una forte incertezza.

In questo contesto produttivo, finanziario e di mercato, il ruolo di ISIA GLOBAL SERVICE soddisferà le esigenze di un ciclo produttivo ed operativo a carattere continuativo ed integrato per conto proprio, con il supporto di appaltatori autorizzati per quanto riguarda le operazioni portuali.

L’organizzazione che ISIA GLOBAL SERVICE coinvolgerà nelle operazioni portuali è composta dalle seguenti figure interne:
• il Responsabile Attività portuale
• il Direttore Tecnico (con il ruolo di pianificare e sorvegliare le attività al Porto di Crotone)
• il Responsabile Logistica (con il ruolo di coordinare le attività al Porto di Crotone)
• il Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione
• il Rappresentante dei Lavori per la Sicurezza
• il PFSO Port facility security officer

Si rileva che ISIA GLOBAL SERVICE srl assicurerà circa 2.700 giorni uomo di lavoro / anno, l’equivalente di un’azienda di 11 dipendenti.
I mezzi necessari per le attività portuali saranno quelli delle aziende subappaltatrici, come succede anche nel presente, ad esclusione di una gru che ISIA GLOBAL SERVICE srl sta negoziando in questo periodo Si prevede di far arrivare al Porto di Crotone ogni anno un numero di circa 55 navi (da 4.000 t a 15.000 t), per un quantitativo totale di circa 315.000 tonnellate di cippato.

Si prevedono investimenti dell’ordine di qualche centinaio di migliaia di euro, per adeguamenti agli standard normativi e aziendali in tema di prevenzione incendi, sicurezza del lavoro, ambiente, security e logistica.

Le previsioni di traffico previste in tabella saranno suddivise tra Spagna, Francia, Ecuador, Indonesia, Penisola Balcanica, Ucraina, Africa Occidentale, oltre a provenienze da diversi porti del centro-nord Italia…


Aiutiamo i nostri clienti a migliorare le prestazioni, ottimizzare la redditività e
ad aumentare i loro profitti.

CONTATTI